Giocare al casino online – Tutti i casinò on line migliori

Gioca e divertirti con i casino online migliori che ci sono in italia. Vinci nei migliori siti legali aams di casinò on line con bonus

I temi della conferenza uinificata sul gioco d’azzardo

conferenza gioco d'azzardo

Non c’è dubbio: la Conferenza Unificata continua a tenere banco… e continuerà a farlo sino a quando si concretizzerà questo incontro che lascia ancora spazio ad accordi, scambi di esperienze ed opinioni. Questo “evento” sarà l’ultima spiaggia per il futuro del mondo del gioco e dei casino con bonus e sarà, quindi, un dovere di tutti i partecipanti o di tutti gli interessati usare uno straordinario equilibrio per affrontare tutte le tematiche da risolvere, cercando di trovare soluzioni applicabili, gestibili e che portino a rendere sostenibile per tutti il gioco, cercando di rispettare il più possibile i rispettivi “ruoli” e “pertinenze”. Non si può fare a meno di pensare che il bailamme nel quale il gioco ha vissuto da tanti anni è stato negativo ed ha portato al risultato attuale… che non è certamente dei migliori: bailamme nel quale tutti ”navigano a vista”, ma navigano nella nebbia più totale ed assoluta.

Un’argomentazione da trattare, che salta all’occhio, è la sistemare della filiera che deve essere riorganizzata. È troppo estesa e la sua frantumazione è eccessiva: obbiettivo, quindi, della Conferenza sarà quello di concertarne una molto meno estesa, ma organizzata. L’evoluzione tecnologia sia delle gaming hall che delle Awp da remoto rappresenta l’attuale passaggio fondamentale del settore dove l’industria italiana dovrebbe emergere e diventare protagonista. Per questo motivo ci si dovrebbe aspettare dai concessionari un grande salto di qualità non solo e soltanto indirizzato ad un “mero guadagno”, ma anche al “bene del gioco lecito” che altrimenti non avrebbe alcun scampo. La filiera si dovrà anche interessare ed impegnarsi per affrontare le conseguenze sociali del gioco: dovrà farlo anche l ‘Esecutivo con una normativa che metta in condizione di far “partire” programmi ed informazioni mirate alla “conoscenza delle conseguenze” derivanti dall’abuso appunto del gioco d’azzardo. Certamente, la Conferenza affronterà una sfida senza precedenti ed assai complessa che oltre il gioco potrebbe anche riguardare altri settori, come l’ippica ed il segmento dei casinò. Però, se davvero da questo “evento” scaturiranno nuove idee concordi, si potrebbe anche entrare in un grande processo di modernizzazione del Paese che porterebbe ad un’apertura importante anche relativamente agli altri Paesi europei.

Rientra nei “grandi temi della Conferenza” la competenza delle Regioni e degli Enti Locali in merito a come giocare al casino online. Enti che, in linea di massima, vedranno ridefinite queste competenze. Qui le discussioni si faranno accanite dato che gli Enti Locali si presume non vogliano “cedere di un passo” su ciò che hanno acquisito, ma che a qualcosa dovranno rinunciare anche in ottica del gioco online: i posti in cui si gioca dovrebbero rientrare nelle competenze del testo unico sul gioco e, quindi, diventerà competente il Questore e non più il Sindaco. Si parlerà anche della pubblicità al gioco che sta per rientrare in un decreto attuativo. La spinta verso la proibizione assoluta esiste, anche se in contrasto con il limite europeo e la Conferenza dovrà guardare questa tematica con estrema attenzione e delicatezza per non impedire un’informazione che potrebbe essere di importanza vitale per il cittadino-giocatore che deve sapere che strada intraprendere per giocare.

Per il gioco online e per la possibilità di vedere la tv gratis poi ci sono situazioni che “sfuggono”… dal nostro territorio, ma cercare di entrare nei suoi problemi è assolutamente decisivo. È un argomento che porterà a ragionare a lungo perché in esso si inserisce la questione del “doppio canale” quello lecito e quello illegale oltre a racchiudersi anche la tematica dei minori e della sua tutela.

Previous

Next